Incontri scuola famiglia

          

Incontri  scuola-famiglia

        

Incontri scuola-famiglia

Per coinvolgere i genitori degli alunni nel processo di formazione dei loro figli, la scuola predispone varie occasioni di incontro nel corso  dell'anno scolastico. In tali occasioni nella scuola non sono ammessi gli alunni. Gli incontri scuola-famiglia si attuano secondo il programma stabilito nel "Piano annuale delle attività" approvato dal "Collegio docenti". Sono previsti,  in particolare:

  • incontri con le famiglie dei nuovi allievi finalizzati alla conoscenze dell'istitutzione scolastica e dell'offerta formativa
  • assemblea di classe per illustrare le varie proposte educative e didattiche e per l'elezione dei rappresentanti dei genitori nei "Consigli di inersezione, interclasse e di classe"
  • partecipazione dei rappresentanti dei genitori ai "Consigli di intersezione, interclasse e di classe"
  • incontri individuali in occasione delle valutazioni periodiche
  • incontri individuali periodici per informare le famiglie degli alunni sull'andamento educativo-didattico
  • colloqui individuali in orario  scolastico stabilito da ogni singolo docente
  • incontri straordinari a richiesta dei genitori, del coordinatore di classe, dei singoli docenti o del Dirigente scolastico su appuntamento.

Questi i calendari degli incontri:

"Consigli di intersezione" - "Assemblee"- "Colloqui", scuola dell'infanzia

"Consigli di interclasse" - "Assemblee" - "Colloqui", scuola primaria

"Consigli di classe" - "Assemblee" - "Colloqui", scuola secondaria

  • Orario ricevimento insegnanti.

I genitori degli alunni hanno diritto di riunirsi in assemblea nei locali della  scuola secondo le modalità previste dagli art. 12 e 15 del Testo Unico del 16/04/1994, n° 297. Le assemblee si svolgono fuori dall'orario delle lezioni. Nell'istituto possono operare i "Comitati dei genitori" con le modalità  previste dalla normativa e dal proprio regolamento. Il "Comitato dei genitori"  si riunisce con autonoma convocazione, in aula dell'istituto, dopo averne richesta l'autorizzazione al Dirigente Scolastico.